Ricottura: cos’è e come funziona?

La ricottura è un trattamento termico utilizzato principalmente nella metallurgia e nella lavorazione dei materiali metallici. Questo processo viene impiegato per ridurre gli sforzi interni, migliorare la struttura cristallina di un metallo o di una lega, e influenzare le proprietà meccaniche del materiale.

Il processo di ricottura coinvolge il riscaldamento dell’acciaio o altro metallo a una temperatura elevata, seguito da un raffreddamento controllato. Questo ciclo termico può contribuire a eliminare le tensioni residue, migliorare la plasticità del materiale e rendere la sua struttura più omogenea. La ricottura può essere utilizzata anche per ridurre la durezza e migliorare la lavorabilità dei materiali metallici.

Nella lavorazione dei metalli, esistono diversi tipi di ricottura, come la ricottura completa, la ricottura di normalizzazione e la ricottura di recristallizzazione, ognuna progettata per raggiungere determinati obiettivi in base alle proprietà desiderate del materiale finale.

Come avviene il trattamento termico di ricottura?

Il trattamento termico di ricottura può variare a seconda del materiale e degli obiettivi desiderati, ma in generale, il processo coinvolge il riscaldamento del materiale a una temperatura specifica seguito da un raffreddamento controllato. Ecco una panoramica generale del processo:

  1. Riscaldamento: Il materiale viene riscaldato a una temperatura determinata, che può variare in base al tipo di materiale e agli obiettivi della ricottura. Il riscaldamento può avvenire in un forno, in un forno a vuoto o in un forno a atmosfera controllata.
  2. Mantenimento a temperatura: Dopo aver raggiunto la temperatura desiderata, il materiale viene mantenuto a questa temperatura per un certo periodo. Questa fase è fondamentale per consentire la diffusione degli atomi e la ricristallizzazione del materiale, se necessario.
  3. Raffreddamento controllato: Dopo il periodo di mantenimento, il materiale viene raffreddato lentamente e in modo controllato. Questo passaggio è importante per evitare la formazione di tensioni indesiderate nel materiale.

Quali tipologie di ricottura metalli esistono?

Ricottura completa

La ricottura completa è un processo termico utilizzato per trattare metalli e leghe, con l’obiettivo principale di eliminare gli effetti delle lavorazioni meccaniche precedenti o delle deformazioni subite dal materiale durante la sua produzione. La ricottura dei metalli mira a ridurre le tensioni interne accumulate nel materiale, migliorare la sua plasticità e rendere uniforme la sua struttura cristallina.

Durante la ricottura completa, il materiale viene riscaldato a una temperatura elevata, spesso oltre il suo punto critico di ricottura, e successivamente mantenuto a questa temperatura per un periodo di tempo specifico. Per esempio, per l’acciaio al carbonio, la temperatura di ricottura completa si trova nell’intervallo di 800°C – 900°C. Questa fase consente la ricristallizzazione dei grani del materiale, portando a una struttura più uniforme e alla riduzione delle tensioni interne. Dopo il periodo di mantenimento a temperatura elevata, il materiale viene raffreddato lentamente per evitare la formazione di nuove tensioni.

I vantaggi della ricottura completa includono l’eliminazione delle tensioni residue che possono derivare da processi di laminazione, forgiatura, saldatura o altre lavorazioni meccaniche. Inoltre, questo processo migliora la lavorabilità del materiale, rendendolo più duttile e adatto a ulteriori lavorazioni senza il rischio di rottura o deformazione. Il trattamento ricottura completa è comunemente utilizzato in vari settori industriali, tra cui la produzione di lamiere, tubi, fili e componenti metallici lavorati a freddo. 

Ricottura isotermica

La ricottura isotermica è un processo termico utilizzato per trattare metalli e leghe allo scopo di migliorarne la struttura cristallina e ridurre le tensioni interne. A differenza della ricottura completa, che coinvolge un riscaldamento seguito da un raffreddamento controllato, la ricottura isotermica comporta il mantenimento del materiale a una temperatura costante per un periodo di tempo prolungato.

Durante la ricottura isotermica, il materiale viene riscaldato a una temperatura specifica e mantenuto costantemente a questa temperatura per consentire una diffusione uniforme degli atomi. Questo processo favorisce la ricristallizzazione e il riordino della struttura cristallina del materiale, contribuendo a migliorare le sue proprietà meccaniche.

Il vantaggio principale della ricottura isotermica risiede nella capacità di ottenere una struttura più uniforme e stabile rispetto ad altri processi termici: ciò è particolarmente importante quando è necessario raggiungere una microstruttura specifica o quando il materiale deve soddisfare requisiti particolari di resistenza e durabilità. Questo tipo di ricottura trova spesso applicazione in settori come l’industria automobilistica, aerospaziale e dell’ingegneria, dove le proprietà meccaniche precise dei materiali sono essenziali per garantire prestazioni ottimali. 

ricottura isotermica

Ricottura di normalizzazione

La ricottura di normalizzazione è un processo termico finalizzato al miglioramento delle proprietà meccaniche e della microstruttura dei metalli. Consiste nel riscaldare il materiale al di sopra del suo punto di ricottura critico, seguito da un raffreddamento all’aria. La temperatura di normalizzazione è generalmente superiore al punto di ricottura critico ma inferiore a quella della ricottura completa: dd esempio, per l’acciaio al carbonio, la temperatura di normalizzazione può situarsi tipicamente tra 870°C e 930°C.

Durante il processo, il materiale viene innanzitutto riscaldato, promuovendo la trasformazione della sua struttura cristallina. Successivamente, viene mantenuto a questa temperatura per un periodo sufficiente a consentire una completa trasformazione microstrutturale. Infine, il materiale viene raffreddato all’aria. Questo tipo di raffreddamento contribuisce a ottenere una struttura fine e uniforme, migliorando la durezza e la resistenza del materiale. La ricottura di normalizzazione è ampiamente impiegata per ottimizzare le proprietà meccaniche dei metalli, eliminare tensioni residue e migliorare la lavorabilità del materiale.

Ricottura di ricristallizzazione

La ricottura di ricristallizzazione è una fase fondamentale nel trattamento termico dei metalli, particolarmente significativa dopo processi di deformazione a freddo come laminazione, trafilatura o piegatura. Questi processi, sebbene conferiscano una maggiore durezza al materiale, possono introdurre tensioni interne e una struttura deformata che necessitano di correzione.

Inizialmente, il materiale subisce una deformazione plastica a basse temperature, che aumenta la sua durezza ma genera anche tensioni indesiderate e una struttura compromessa. Per correggere questa condizione, si procede con la fase di riscaldamento. Il materiale deformato viene esposto a temperature che favoriscono la ricristallizzazione, rompendo la struttura deformata e promuovendo la formazione di nuovi grani cristallini. Durante questa fase di ricristallizzazione, i nuovi grani cristallini emergono all’interno del materiale, sostituendo la struttura deformata: questo elimina le tensioni interne, migliorando notevolmente la lavorabilità del materiale e ripristinandone le proprietà meccaniche. Dopo il raggiungimento della temperatura desiderata, il materiale viene raffreddato in modo controllato per ottenere una microstruttura specifica desiderata.

Trattamento di ricottura acciaio: vantaggi specifici di questo metallo

Il trattamento ricottura acciaio presenta diversi vantaggi che contribuiscono al miglioramento delle sue proprietà meccaniche e della lavorabilità del materiale. Il trattamento termico di ricottura riduce la durezza dell’acciaio, conferendogli maggiore duttilità e facilitando le operazioni di lavorazione. Questo aspetto è particolarmente rilevante in applicazioni che richiedono una formabilità superiore, come la formatura a freddo o la deformazione plastica.

Un ulteriore beneficio è il miglioramento della struttura cristallina dell’acciaio. Ad esempio, la ricottura di normalizzazione può generare una struttura più fine e uniforme, apportando miglioramenti significativi alle proprietà meccaniche e alla resistenza del materiale. La ricottura acciaio può anche contribuire a ridurre la fragilità a freddo di alcuni tipi di acciai, dovuta alla formazione di martensite. Questo processo aiuta a preservare la resilienza del materiale anche a basse temperature.

Proteggi i tuoi metalli durante il trattamento termico di ricottura con i prodotti ATP!

Grazie ai rivestimenti protettivi per metalli ATP, viene ritardata la formazione di scaglie di ossido riducendo gli scarti superficiali e inoltre impediscono la diffusione di gas nocivi sia all’interno che all’esterno dei metalli. Contattaci per avere maggiori informazioni sui nostri prodotti: siamo sempre disponibili per consigliare il più adatto alle tue esigenze!